Nutre piccioni, condannata e via da casa

Per le sue 'premure' nei confronti dei piccioni è stata condannata a risarcire la parte lesa, ma deve anche lasciare entro 60 giorni la casa in cui risiede. Lo prevede la sentenza emessa dal giudice del tribunale della Spezia, Diana Brusacà, a carico di una sessantenne accusata di lesioni dolose. Quelle, secondo la tesi sostenuta dalla Procura, provocate a una vicina da un parassita portato dai volatili attirati sul balcone di casa dal mangime offerto dalla sessantenne. Quindici i giorni di referto agli atti del procedimento: la donna è stata condannata a un anno e due mesi di reclusione, con la sospensione condizionale della pena subordinata al pagamento del risarcimento alla parte civile, quantificato dal giudice in 5 mila euro. La donna dovrà ora lasciare l'abitazione in cui vive, di proprietà di un familiare. I legali che assistono la 60/enne hanno annunciato ricorso.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Voce Apuana
  2. La Voce Apuana
  3. La Voce Apuana
  4. La Nazione.it
  5. La Voce Apuana

Gli appuntamenti

In città e dintorni

  • Otello
    CONCERTI Otello
  • Antiquariato a Barga
    MERCATINI Antiquariato a Barga
SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Piazza al Serchio

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...